VENDITA A DOMICILIO IN FORTE RIPRESA DOPO IL LOCKDOWN: A GIUGNO E LUGLIO LIVELLI DI FATTURATO OLTRE IL +30% RISPETTO AL 2019

Dopo il loc­k­do­wn a giu­gno e luglio il fat­tu­ra­to del­le azien­de di Uni­ven­di­ta, la mag­gio­re asso­cia­zio­ne ita­lia­na del­la ven­di­ta a domi­ci­lio, ha rag­giun­to rispet­ti­va­men­te +30% e +32% in con­fron­to agli stes­si mesi del 2019. Le azien­de che fan­no par­te di Uni­ven­di­ta, che pro­prio il 16 set­tem­bre 2020 festeg­gia i suoi pri­mi 10 anni di atti­vi­tà, pre­sen­ta­no in que­sto momen­to 30mila offer­te di lavo­ro atti­ve, men­tre 4,8 milio­ni sono le fami­glie ser­vi­te: una clien­te­la varie­ga­ta, com­po­sta in mag­gio­ran­za da don­ne (84,1%), che apprez­za­no la pos­si­bi­li­tà di fare acqui­sti per­so­na­liz­za­ti e con­sa­pe­vo­li, nel­la tran­quil­li­tà del­la pro­pria casa, con la con­su­len­za di un esper­to.

 

La rela­zio­ne diret­ta e per­so­na­le che si instau­ra tra ven­di­to­re e clien­te e la dimo­stra­zio­ne del pro­dot­to, in tut­te le sue fun­zio­na­li­tà, sono gli ele­men­ti irri­nun­cia­bi­li del­la ven­di­ta a domi­ci­lio. E i clien­ti han­no dimo­stra­to di ricer­car­li for­te­men­te già nel­le pri­me set­ti­ma­ne dopo il loc­k­do­wn. «Tra mar­zo e mag­gio, natu­ral­men­te, le ven­di­te fisi­che non han­no potu­to ave­re luo­go e le azien­de han­no sapu­to met­te­re in cam­po solu­zio­ni digi­ta­li alter­na­ti­ve, man­te­nen­do così un buon 35% del fat­tu­ra­to abi­tua­le – spie­ga il pre­si­den­te di Uni­ven­di­ta Ciro Sina­tra –. Ma era il con­tat­to uma­no ciò che man­ca­va di più ai nostri clien­ti, e quan­do abbia­mo potu­to tor­na­re alle ven­di­te in pre­sen­za la rispo­sta del mer­ca­to è sta­ta posi­ti­va oltre le pre­vi­sio­ni».

Le linee gui­da pre­di­spo­ste da Uni­ven­di­ta han­no con­sen­ti­to alle azien­de asso­cia­te di crea­re pro­to­col­li di sicu­rez­za spe­ci­fi­ci per i ven­di­to­ri, per­met­ten­do di supe­ra­re le pri­me dif­fi­den­ze dei con­su­ma­to­ri segna­la­te nel­la secon­da metà di mag­gio. «A giu­gno e luglio – con­fer­ma Sina­tra – sono addi­rit­tu­ra aumen­ta­te le dimo­stra­zio­ni a domi­ci­lio rispet­to a quel­le effet­tua­te nel­lo stes­so perio­do del 2019, con il risul­ta­to che, a livel­lo di fat­tu­ra­to, i mesi si sono chiu­si, rispet­ti­va­men­te, con un +30% e un +32% sul dato sto­ri­co del­lo scor­so anno».