Gli italiani tornano a spendere per le vacanze

Fatturato +10% nel 2017 per CartOrange, che ha inventato la consulenza di viaggio a domicilio

Car­tO­ran­ge si affer­ma sem­pre di più come pun­to di rife­ri­men­to nel nostro Pae­se per i viag­gi su misu­ra. La più gran­de azien­da di con­su­len­ti per viag­gia­re, la pri­ma a intro­dur­re la figu­ra del con­su­len­te di viag­gio in Ita­lia, ha chiu­so il bilan­cio 2017 con un incre­men­to del giro d’affari del +10,13%, deci­mo anno con­se­cu­ti­vo di cre­sci­ta che sfio­ra o supe­ra la dop­pia cifra. Nei pri­mi mesi di quest’anno l’azienda sta rea­liz­zan­do un gene­ra­le +21% del ven­du­to, con un +24% per i viag­gi di noz­ze. Ma la cosa più inte­res­san­te è che già nel 2017 è cre­sciu­ta del 20% nel set­to­re non noz­ze, set­to­re in cui attual­men­te, a sta­gio­ne esti­va non anco­ra ini­zia­ta, viag­gia al +14%. Que­sto signi­fi­ca che, se negli anni scor­si il meri­to del­la a cre­sci­ta era da attri­bui­re soprat­tut­to alle lune di mie­le, cate­go­ria per la qua­le i clien­ti non han­no mai rinun­cia­to a spe­se impor­tan­ti, ades­so si apro­no nuo­ve e signi­fi­ca­ti­ve oppor­tu­ni­tà gra­zie al fat­to che gli ita­lia­ni sono tor­na­ti a spen­de­re per le vacan­ze.

Que­sti i risul­ta­ti pre­sen­ta­ti dall’amministratore dele­ga­to Gian­pao­lo Roma­no ai con­su­len­ti Car­tO­ran­ge duran­te la con­ven­tion annua­le che si è tenu­ta a Firen­ze dall’8 al 10 giu­gno, in cui l’azienda ha festeg­gia­to i suoi vent’anni di atti­vi­tà. Nel 1998 infat­ti Car­tO­ran­ge è nata per por­ta­re in Ita­lia la Con­su­len­za di viag­gio ed una pro­fes­sio­ne che anche all’estero era ai suoi pri­mi pas­si men­tre nel nostro Pae­se era sco­no­sciu­ta: quel­la del con­su­len­te di viag­gio. «Ven­t’an­ni fa era­va­mo con­si­de­ra­ti dei visio­na­ri ‑com­men­ta Roma­no-. Oggi tut­ti dico­no di fare con­su­len­za e guar­da­no a que­sto nuo­vo modo di inter­pre­ta­re la pro­fes­sio­ne come il futu­ro dell’agente di viag­gio. Infat­ti, il Poli­tec­ni­co di Mila­no e mol­te altre Uni­ver­si­tà ita­lia­ne han­no più vol­te sot­to­li­nea­to la neces­si­tà di svi­lup­pa­re un approc­cio con­su­len­zia­le; da diver­si anni sia­mo ogget­to di stu­dio nel mon­do uni­ver­si­ta­rio, dove vie­ne ana­liz­za­to il nostro model­lo di orga­niz­za­zio­ne azien­da­le nel set­to­re turi­sti­co».

Alla con­ven­tion Roma­no ha riper­cor­so i pun­ti salien­ti del­la sto­ria di Car­tO­ran­ge, rias­sun­ti in un mot­to: “Inno­va­to­ri da vent’anni”. Per aver sostan­zial­men­te inven­ta­to una pro­fes­sio­ne che pri­ma, in Ita­lia, non esi­ste­va e si è dimo­stra­ta una scom­mes­sa vin­cen­te in un’epoca in cui orga­niz­za­re un viag­gio stan­dar­diz­za­to è ormai alla por­ta­ta del “turi­sta fai da te”, e quin­di la dif­fe­ren­za la fan­no il ser­vi­zio e la con­su­len­za su misu­ra per i viag­gi più strut­tu­ra­ti, come viag­gi di noz­ze ed espe­rien­zia­li.

Ma non solo. «Sia­mo inno­va­to­ri anche nell’uso del web e del­la tec­no­lo­gia –ha fat­to nota­re Roma­no–. Car­tO­ran­ge è onli­ne dal lon­ta­no 2000, ben pri­ma di tan­te altre azien­de del set­to­re, e ha sem­pre inve­sti­to mol­to su que­sto aspet­to. Nei pri­mi mesi del 2018 i cana­li web han­no gene­ra­to ven­di­te per un +49%: segno che sia­mo capa­ci di inter­cet­ta­re richie­ste sem­pre più con­cre­te e che i nostri con­su­len­ti han­no a dispo­si­zio­ne stru­men­ti tec­no­lo­gi­ci capa­ci di fare la dif­fe­ren­za sul clien­te».

Mol­te le inno­va­zio­ni lan­cia­te da Car­tO­ran­ge in que­sti ven­t’an­ni: dai Tra­vel Offi­ce, uffi­ci di co-wor­king per i con­su­len­ti, lan­cia­ti nel 2010, alla for­ma­zio­ne a distan­za con la Tra­vel Aca­de­my lan­cia­ta nel 2007. Tut­te idee che han­no anti­ci­pa­to ten­den­ze poi svi­lup­pa­te anche dai com­pe­ti­tor. «Sia­mo sem­pre sta­ti un model­lo di rife­ri­men­to per­ché sia­mo tra le azien­de che han­no sapu­to inno­va­re un set­to­re ed intro­dur­re qual­co­sa di ori­gi­na­le» com­men­ta Roma­no.

Il cuo­re del­la cre­sci­ta di Car­tO­ran­ge è rap­pre­sen­ta­to dagli oltre 450 Con­su­len­ti che, per il 2020, secon­do i pia­ni dell’azienda, potran­no rag­giun­ge­re quo­ta 700.

A loro è sta­to dedi­ca­to un gran­de even­to che si è sno­da­to tra i luo­ghi più pre­sti­gio­si di Firen­ze: il Grand Hotel Baglio­ni, il Con­vit­to del­la Cal­za, il Tea­tro La Per­go­la e le Ser­re Tor­ri­gia­ni. Pre­vi­sti momen­ti di for­ma­zio­ne, cre­sci­ta per­so­na­le e labo­ra­to­rio di idee in com­pa­gnia di esper­ti di mar­ke­ting e per­so­nal bran­ding; tra cui Filip­po Ren­ga, Diret­to­re del­l’Os­ser­va­to­rio Inno­va­zio­ne Digi­ta­le nel Turi­smo del Poli­tec­ni­co di Mila­no, che ha sot­to­li­nea­to come, a dif­fe­ren­za di mol­te pro­fes­sio­ni desti­na­te ad esse­re tra­vol­te dall’onda tec­no­lo­gi­ca, quel­la del con­su­len­te di viag­gio è desti­na­ta a pro­spe­ra­re.

Momen­to clou del­la con­ven­tion, la pro­cla­ma­zio­ne del miglior Con­su­len­te di viag­gio d’Italia: come ormai da sei anni a que­sta par­te, ha trion­fa­to Raf­fael­la Bom­pa­ni, di Par­ma, “vete­ra­na” del­le vacan­ze su misu­ra che anni fa ha abban­do­na­to una car­rie­ra da vete­ri­na­ria per segui­re la sua pas­sio­ne. La con­su­len­za di viag­gio è sta­ta una scom­mes­sa vin­ta anche per lei, che oggi orga­niz­za in media un viag­gio ogni tre gior­ni e una luna di mie­le a set­ti­ma­na.