Lombardia regione leader nella vendita diretta

La Lombardia vale il 15,3% del risultato nazionale. Nella classifica seguona Veneto, Campania e Lazio.

La Lom­bar­dia si con­fer­ma la regio­ne lea­der del­la ven­di­ta diret­ta por­ta a por­ta per il 2012 con un fat­tu­ra­to di qua­si 180 milio­ni di euro. Il risul­ta­to, rile­va­to dal Cen­tro stu­di Uni­ven­di­ta sul­le pro­prie azien­de asso­cia­te, con­fer­ma il pri­ma­to nazio­na­le del­la regio­ne del Nord-Ove­st con un 15,3% del­le ven­di­te nazio­na­li (pari a 1 miliar­do 175 milio­ni 157mila euro, e in cre­sci­ta del 5,1%); stes­sa per­cen­tua­le dell’anno pre­ce­den­te, ma con un fat­tu­ra­to in cre­sci­ta rispet­to ai qua­si 171 milio­ni di euro di ven­di­te del 2011. Nel 2012 sono anche cre­sciu­ti gli inca­ri­ca­ti alla ven­di­ta in Lom­bar­dia, sali­ti a 9476 (pari al 14,1% del­la for­za ven­di­ta del­le azien­de asso­cia­te Uni­ven­di­ta in Ita­lia) dai 6357 del 2011 (incre­men­to dell’8,2%).

La Lom­bar­dia con­tri­bui­sce in manie­ra deter­mi­nan­te al risul­ta­to del­le ven­di­te del Nord Ove­st, macroa­rea che vale il 26% su sca­la nazio­na­le e risul­ta­ta secon­da a Sud e Iso­le, che gui­da con il 34,5% del fat­tu­ra­to. Il Nord Est si atte­sta al 23,4%, chiu­de il Cen­tro con il 16,1%. Nel­la clas­si­fi­ca del­le regio­ni la Lom­bar­dia pre­ce­de il Vene­to con il 10,8% del­le ven­di­te (qua­si 127 milio­ni di euro), la Cam­pa­nia con il 10,5% (oltre 123 milio­ni di euro), il Lazio con il 7,9% (92 milio­ni e 837mila euro).

La Lom­bar­dia è tra­di­zio­nal­men­te la regio­ne “faro” per fat­tu­ra­to del­la ven­di­ta diret­ta a domi­ci­lio, un pri­ma­to che si è con­fer­ma­to anche nell’ultimo anno. Inte­res­san­te il fat­to che nel 2012, in que­sta regio­ne, come in tut­to il Nord, la pre­sen­za degli inca­ri­ca­ti sia aumen­ta­ta deci­sa­men­te, a ripro­va che la ven­di­ta diret­ta a domi­ci­lio sta diven­tan­do un’opzione sem­pre più pra­ti­ca­ta, non sol­tan­to come lavo­ro full time, ma per inte­gra­re il red­di­to in una con­giun­tu­ra che resta mol­to com­ples­sa.

Quan­to alla pre­sen­za del­la for­za ven­di­ta il Sud e le Iso­le con­ser­va­no il pri­ma­to degli inca­ri­ca­ti con oltre 29mila 800 inca­ri­ca­ti (44,4%), segue il Nord Ove­st con 15mila 392 (22,9%), il Nord Est con 11mila 897 (17,7%); chiu­de il Cen­tro con 10mila 081 (15%). Le due macroa­ree del nord aggre­ga­te han­no rap­pre­sen­ta­to, nel 2012, il 40,6% del­la for­za ven­di­ta con­tro il 33,4% del 2011.