Just Italia in lutto: addio al Presidente Angelo Salvatori

Scompare a 80 anni uno dei Soci Fondatori dell’azienda

Just Ita­lia in lut­to:
addio al Pre­si­den­te Ange­lo Sal­va­to­ri

Scom­pa­re a 80 anni uno dei Soci Fon­da­to­ri
dell’azienda lea­der nel set­to­re dei cosme­ti­ci natu­ra­li sviz­ze­ri ven­du­ti a domi­ci­lio

Vero­na, 21 giu­gno 2013 - Ange­lo Sal­va­to­ri, Pre­si­den­te e Socio Fon­da­to­re di Just Ita­lia srl, si è spen­to all’età di 80 anni, cir­con­da­to dall’affetto del­la sua fami­glia e dell’azienda.

Tut­to il mon­do Just ne ricor­da oggi la pro­fon­da uma­ni­tà e lo straor­di­na­rio corag­gio. Just Ita­lia è nata pro­prio dal­la sua tena­cia nell’affrontare ogni pro­va e da tan­ta fidu­cia nel­la “sua gen­te”: così Ange­lo ha rea­liz­za­to il sogno di dare a mol­tis­si­me per­so­ne un’opportunità di lavo­ro in gra­do di valo­riz­zar­le come meri­ta­no. “Non nume­ri ma per­so­ne”, que­sto era il suo mot­to.

Suo è inol­tre lo sti­le che ha per­mes­so al mar­chio Just di affer­mar­si in Ita­lia: Ange­lo Sal­va­to­ri è sta­to il pri­mo a cre­de­re nel valo­re dell’eccellenza, del­la rela­zio­ne e del­la tra­spa­ren­za che, pri­ma anco­ra di esse­re i prin­ci­pi dell’intera atti­vi­tà dell’azienda, sono sta­te le sue qua­li­tà più pro­fon­de e distin­ti­ve. Anco­ra oggi, dopo qua­si 30 anni dal­la nasci­ta di Just Ita­lia, è lui il model­lo cui si ispi­ra ogni mem­bro del mon­do Just: sicu­ra­men­te la Dire­zio­ne e lo staff dell’azienda, ma anche cia­scu­no dei tan­tis­si­mi ven­di­to­ri che por­ta­no i pro­dot­ti in miglia­ia di case ita­lia­ne.

Ad Ange­lo Sal­va­to­ri si deve infat­ti la pre­sen­za in Ita­lia dei cosme­ti­ci natu­ra­li sviz­ze­ri Just, distri­bui­ti esclu­si­va­men­te a domi­ci­lio attra­ver­so il siste­ma del “Par­ty”: nel 1984, il suo intui­to lun­gi­mi­ran­te e la sua espe­rien­za nel­la ven­di­ta diret­ta gli han­no con­sen­ti­to di com­pren­der­ne le poten­zia­li­tà e, insie­me a tre Soci, di dare vita a una real­tà azien­da­le che si è rive­la­ta nel tem­po un suc­ces­so cre­scen­te, oggi affron­ta­to con la sua stes­sa pas­sio­ne dal­la secon­da gene­ra­zio­ne di impren­di­to­ri.

La sua azien­da lo ricor­da impe­gnan­do­si a seguir­ne l’esempio di uma­ni­tà e sem­pli­ci­tà e a con­fer­mar­ne la stra­te­gia: posi­ti­vi­tà, deter­mi­na­zio­ne e una fedel­tà costan­te ai pro­pri valo­ri.