Il giovane Mirko Bertoncini è l’Agente Folletto n° 1

1.371 apparecchi venduti nel 2016

Clas­se 1986, un per­cor­so di vita che lo ha por­ta­to in giro per l’Italia fino a far­lo arri­va­re a Sar­za­na. E’ da qui che par­te la sto­ria di Mir­ko Ber­ton­ci­ni, accla­ma­to Pri­mo Agen­te d’Italia del 2016, che ha pri­meg­gia­to nel­le clas­si­fi­che del­la ven­di­ta diret­ta con 1.371 appa­rec­chi ven­du­ti, dopo un solo anno di espe­rien­za sul cam­po.

Ber­ton­ci­ni è un ex-cal­cia­to­re. E’ sta­to il cal­cio, infat­ti a por­tar­lo a Sar­za­na dove ha cono­sciu­to la don­na che gli ha cam­bia­to la vita — oggi sua moglie — e che gli ha fat­to cono­sce­re il mon­do del­la ven­di­ta diret­ta.

Sin da subi­to ha sen­ti­to “Pro­fu­mo di Fol­let­to” in casa, arri­va infat­ti in azien­da nel 2015, gra­zie al suo­ce­ro che lavo­ra in Fol­let­to come Capo Distret­to. Per i pri­mi 5 mesi gio­ca a cal­cio e fa l’agente part-time, poi si ren­de con­to che il suo sogno è cam­bia­to, che non vuo­le più allon­ta­nar­si dal­la sua fami­glia per le tra­sfer­te e che, soprat­tut­to, si è inna­mo­ra­to del lavo­ro che fa.

Lascia defi­ni­ti­va­men­te il cal­cio e si dedi­ca a fare l’agente a tem­po pie­no, spin­to da una pas­sio­ne e un entu­sia­smo incre­di­bi­li. Oggi la sua squa­dra sono i suoi com­pa­gni di ven­di­ta: un grup­po uni­to e com­pat­to fat­to di gran­dis­si­mi pro­fes­sio­ni­sti con cui ride­re e scher­za­re pro­prio come acca­de in uno spo­glia­to­io dopo un alle­na­men­to.

Com­men­ta così il tra­guar­do da vin­ci­to­re: “io vado al lavo­ro diver­ten­do­mi. Quan­do entro in casa del­le per­so­ne cer­co pun­ti di incon­tro, argo­men­ti di con­ver­sa­zio­ne, sta­bi­li­sco un con­tat­to. Solo suc­ces­si­va­men­te ini­zio la dimo­stra­zio­ne dei pro­dot­ti Fol­let­to. 1.371 appa­rec­chi ven­du­ti dopo solo un anno come agen­te di ven­di­ta, non sono l’obiettivo, sono la natu­ra­le con­se­guen­za di un lavo­ro che svol­go ogni gior­no con pas­sio­ne ed entu­sia­smo per­ché gra­zie a Fol­let­to la mia vita è cam­bia­ta in meglio”.

La pre­mia­zio­ne è avve­nu­ta saba­to 1 apri­le a Tori­no nel cor­so del­la Festa Nazio­na­le del­la Ven­di­ta 2016, la due gior­ni di even­ti che ogni anno cele­bra i miglio­ri ven­di­to­ri di Vor­werk Fol­let­to. Ad inco­ro­na­re il pri­mo d’Italia, Elio Costa, Vice Diret­to­re Com­mer­cia­le di Vor­werk Fol­let­to insie­me ai due ospi­ti d’eccezione del­la sera­ta, Cri­sti­na Chia­bot­to e Ales­san­dro Cat­te­lan.

In omag­gio al gesto con il qua­le Mir­ko Ber­ton­ci­ni suo­na ogni gior­no i cam­pa­nel­li del­le fami­glie ita­lia­ne, il suo pol­li­ce è sta­to sim­bo­li­ca­men­te immor­ta­la­to in un cal­co in ges­so che ver­rà espo­sto nel “Wall of Fame” pres­so la sede di Vor­werk Fol­let­to a Mila­no, insie­me alle impron­te degli altri miglio­ri ven­di­to­ri dell’azienda che si sono distin­ti anno dopo anno per gli incre­di­bi­li risul­ta­ti rag­giun­ti.

 

“E’ con estre­mo orgo­glio che pre­mio un gio­va­ne mem­bro del­la nostra squa­dra che in un solo anno si è distin­to per la sua dedi­zio­ne e il suo entu­sia­smo rag­giun­gen­do il tra­guar­do più impor­tan­te: diven­ta­re il Pri­mo Agen­te d’Italia” com­men­ta Elio Costa, Vice Diret­to­re Com­mer­cia­le di Vor­werk Fol­let­to, “Mir­ko Ber­to­ni­ci è l’esempio per­fet­to di come l’azienda cre­da for­te­men­te nei suoi agen­ti incen­ti­van­do­li e pro­muo­ven­do la loro cre­sci­ta pro­fes­sio­na­le”.