Fatturato record della vendita diretta: +19,1% nel primo semestre 2021

Vendite oltre i livelli pre-Covid: +7,9% sul primo semestre 2019

Il pri­mo seme­stre 2021 del­le impre­se asso­cia­te Uni­ven­di­ta si è chiu­so con un fat­tu­ra­to di 694 milio­ni e 780mila euro, con un incre­men­to di ben il 19,1% rispet­to allo stes­so perio­do dell’anno pre­ce­den­te: si trat­ta dell’incremento più alto mai veri­fi­ca­to negli ulti­mi 10 anni. Le ven­di­te supe­ra­no i livel­li pre-Covid segnan­do un +7,9% rispet­to al pri­mo seme­stre 2019.

Il risul­ta­to è natu­ral­men­te con­di­zio­na­to dal­la ripre­sa dell’economia nazio­na­le: il Pil nel secon­do tri­me­stre è cre­sciu­to del 17,3% rispet­to allo stes­so perio­do del 2020, men­tre il tota­le del­le ven­di­te al det­ta­glio, nel pri­mo seme­stre, ha regi­stra­to un aumen­to del 9,2% sul pri­mo seme­stre 2020.

Il dato del­la ven­di­ta diret­ta è dun­que supe­rio­re sia all’andamento del Pil che del­le ven­di­te al det­ta­glio, a dimo­stra­zio­ne che le fami­glie han­no sem­pre più fidu­cia in que­sto siste­ma di ven­di­ta, che offre una per­so­na­liz­za­zio­ne del ser­vi­zio uni­ca e un’esperienza d’acquisto irri­pe­ti­bi­le, anche quan­to le dimo­stra­zio­ni avven­go­no attra­ver­so l’utilizzo di stru­men­ti digi­ta­li.

Ana­liz­zan­do i risul­ta­ti di Uni­ven­di­ta nel det­ta­glio, il com­par­to più dina­mi­co è sta­to “beni dure­vo­li casa” con un impor­tan­te +35,8%, segui­to da “ali­men­ta­ri e beni di con­su­mo casa” (+9,2%) e da “cosme­si e cura del cor­po” (+7,5%). Infi­ne, la cate­go­ria “altri beni e ser­vi­zi” ha regi­stra­to un aumen­to del 19,1%.

Il nume­ro degli addet­ti alla ven­di­ta è sostan­zial­men­te sta­bi­le, pari a 132.570 ven­di­to­ri, con una pre­do­mi­nan­za fem­mi­ni­le che si atte­sta al 91,4%.

La ven­di­ta a domi­ci­lio regi­stra un risul­ta­to mol­to posi­ti­vo anche rispet­to al com­mer­cio tra­di­zio­na­le: nel pri­mo seme­stre del 2021, infat­ti, le ven­di­te del­la gran­de distri­bu­zio­ne sono aumen­ta­te del 6,5%, men­tre quel­le dei pic­co­li eser­ci­zi com­mer­cia­li del 10,4%.

L’attuale con­giun­tu­ra, che oltre a una fase di espan­sio­ne dell’economia regi­stra anche un aumen­to dell’indice del cli­ma di fidu­cia dei con­su­ma­to­ri, lascia rite­ne­re che il risul­ta­to rag­giun­to nel pri­mo seme­stre dal­le azien­de asso­cia­te a Uni­ven­di­ta pos­sa esse­re con­fer­ma­to anche nel­la secon­da par­te dell’anno.