E’ Alex Sampirisi il miglior venditore a domicilio d’Italia

Venerdì 19 ottobre ha vinto l’Oscar della Vendita 2018

È Alex Sam­pi­ri­si, 35 anni, pro­ve­nien­te da Buc­ci­na­sco (MI), il miglior ven­di­to­re a domi­ci­lio d’Italia. Da 13 anni ven­de il cele­bre aspi­ra­pol­ve­re Fol­let­to e dopo esser­si cimen­ta­to, come gli altri fina­li­sti, nel­la ven­di­ta di un pro­dot­to per loro del tut­to nuo­vo (un’opera d’arte del “pit­to­re del sole” Ste­fa­no Maran­gon), è risul­ta­to il vin­ci­to­re dell’Oscar del­la Ven­di­ta 2018, il rico­no­sci­men­to volu­to da Uni­ven­di­ta per pre­mia­re l’eccellenza nel­la ven­di­ta a domi­ci­lio.

Il nome di Alex Sam­pi­ri­si è sta­to decre­ta­to da una giu­ria, com­po­sta da per­so­na­li­tà ester­ne al mon­do del­la ven­di­ta diret­ta, che ha valu­ta­to pro­fes­sio­na­li­tà, tec­ni­ca e doti comu­ni­ca­ti­ve dei fina­li­sti, cia­scu­no nomi­na­to all’Oscar dal­la rispet­ti­va azien­da di appar­te­nen­za. «Ha dimo­stra­to una pro­fon­da cono­scen­za del pro­dot­to in ven­di­ta e lo ha pro­po­sto in modo pro­fes­sio­na­le, esau­sti­vo e con gran­de pas­sio­ne. Ha costrui­to un rap­por­to mol­to posi­ti­vo con la con­su­ma­tri­ce, inter­ca­lan­do una serie di bat­tu­te che han­no crea­to gran­de empa­tia nel cor­so del­la ven­di­ta. Per­fet­ta la cali­bra­zio­ne tra il tem­po del­la pre­sen­ta­zio­ne del pro­dot­to e la trat­ta­ti­va com­mer­cia­le, che l’ha por­ta­to all’obiettivo pre­fis­sa­to, cioè a una ven­di­ta com­ple­ta, sen­za dover ricor­re­re a nes­su­no scon­to»: que­ste le moti­va­zio­ni let­te dal pre­si­den­te di Con­f­com­mer­cio Car­lo San­gal­li al momen­to del­la pre­mia­zio­ne, vener­dì 19 otto­bre a Palaz­zo Bova­ra, sede di rap­pre­sen­tan­za di Con­f­com­mer­cio Mila­no.

Dopo un’esperienza di lavo­ro nel cam­po del­la risto­ra­zio­ne, spin­to dal­la ricer­ca di ora­ri più com­pa­ti­bi­li con la vita pri­va­ta, nel 2005 Sam­pi­ri­si è appro­da­to alla Vor­werk Ita­lia, l’azienda del cele­bre Fol­let­to. Il mestie­re l’ha impa­ra­to da zero e ora è arri­va­to a ven­de­re mil­le appa­rec­chi all’anno. «Con­fes­so di aver avu­to qual­che per­ples­si­tà all’inizio, per­ché l’idea che mi ero fat­to del “por­ta a por­ta” era mol­to diver­sa dall’attività che poi ho sco­per­to esse­re vera­men­te – rac­con­ta –. Ho ini­zia­to un po’ per sfi­da, cre­den­do che sareb­be sta­ta un’esperienza bre­ve, ma i risul­ta­ti eco­no­mi­ci sono arri­va­ti subi­to e que­sto mi ha dato la spin­ta per con­ti­nua­re. Al di là dell’aspetto eco­no­mi­co, ogni gior­no ho l’emozione di instau­ra­re un rap­por­to tra­spa­ren­te e con­su­len­zia­le con il clien­te e di toc­ca­re con mano la sua sod­di­sfa­zio­ne».

Gra­zie alle sue doti pro­fes­sio­na­li e ai risul­ta­ti rea­liz­za­ti nel­la ven­di­ta, Sam­pi­ri­si è sta­to scel­to da Fol­let­to per sfi­da­re gli altri otto fina­li­sti dell’Oscar del­la Ven­di­ta 2018: Mario Barp di AMC Ita­lia, Sara Ber­tel­li di Tup­per­ware, Pao­lo Cec­ca­rel­li di Vast & Fast, Car­la Sil­va­na Fran­co di Fi.Ma.Stars, Isa Giu­lia­no di Bofro­st, Auro­ra Redael­li di Avon, Ales­san­dra Taglia­bue di Car­tO­ran­ge e Lucia Tosca­no di Bim­by.

L’evento di pre­mia­zio­ne si è tenu­to a Palaz­zo Bova­ra: «Una sede pre­sti­gio­sa per cele­bra­re il miglior ven­di­to­re a domi­ci­lio d’Italia, un pre­mio che è un rico­no­sci­men­to per le doti e per i risul­ta­ti rea­liz­za­ti dai più bra­vi pro­fes­sio­ni­sti del­la ven­di­ta, che inter­pre­ta­no al meglio i valo­ri del nostro set­to­re: pro­fes­sio­na­li­tà e fidu­cia nel­la rela­zio­ne con i clien­ti. Ma non solo – spie­ga il pre­si­den­te di Uni­ven­di­ta Ciro Sina­tra –: l’Oscar del­la Ven­di­ta è anche un impor­tan­te momen­to di visi­bi­li­tà per il mon­do del­la ven­di­ta a domi­ci­lio, set­to­re del com­mer­cio in cre­sci­ta sia per il fat­tu­ra­to, sia per l’occupazione». Le azien­de asso­cia­te Uni­ven­di­ta han­no infat­ti rea­liz­za­to nel 2017 ven­di­te per 1,66 miliar­di di euro (+1,8% anno su anno), men­tre i ven­di­to­ri han­no supe­ra­to quo­ta 158mila (+1,3% rispet­to all’anno pre­ce­den­te).