Decennale Fondazione Just Italia

Sostegno a 7 progetti di solidarietà nel veronese

Ci pren­dia­mo cura del­le per­so­ne, insie­me: è que­sta la mis­sio­ne di Fon­da­zio­ne Just Ita­lia che, ogni anno, sostie­ne le Orga­niz­za­zio­ni Non Pro­fit finan­zian­do un Pro­get­to nazio­na­le di ricer­ca medi­ca o di assi­sten­za socio­sa­ni­ta­ria desti­na­to all’infanzia, e nume­ro­se ini­zia­ti­ve di soli­da­rie­tà nel ter­ri­to­rio vero­ne­se.

Onlus con sede a Grez­za­na (VR), crea­ta nel 2008 dall’omonima azien­da vero­ne­se che distri­bui­sce a domi­ci­lio i cosme­ti­ci natu­ra­li sviz­ze­ri Just, Fon­da­zio­ne Just Ita­lia ha finan­zia­to, in 10 anni, pro­get­ti di Respon­sa­bi­li­tà Socia­le per oltre 4 milio­ni di euro con­tri­buen­do, con­cre­ta­men­te, a resti­tui­re spe­ran­ze e qua­li­tà di vita a tan­te per­so­ne.

Se il Ban­do Nazio­na­le è dedi­ca­to alla ricer­ca medi­co-scien­ti­fi­ca e all’assistenza socio sani­ta­ria, il Ban­do Loca­le è inve­ce dedi­ca­to a Vero­na e pro­vin­cia dove l’azienda da oltre 30 anni ope­ra con la sua sede prin­ci­pa­le.

La sele­zio­ne dei pro­get­ti, arri­va­ti tra­mi­te can­di­da­tu­ra nel perio­do di aper­tu­ra del Ban­do Loca­le da gen­na­io a giu­gno, è avve­nu­ta a set­tem­bre 2018. Il Con­si­glio di Ammi­ni­stra­zio­ne e il Comi­ta­to di Gestio­ne del­la Fon­da­zio­ne han­no valu­ta­to le can­di­da­tu­re secon­do cri­te­ri di ammis­si­bi­li­tà, valo­re socia­le, affi­da­bi­li­tà ed espe­rien­za degli orga­niz­za­to­ri, impat­to e soste­ni­bi­li­tà nel ter­ri­to­rio. La sele­zio­ne fina­le ha visto pre­mia­ti set­te pro­get­ti che saran­no soste­nu­ti con un impat­to di cir­ca 90.000 euro e che toc­che­ran­no i temi del­la disa­bi­li­tà, del­la malat­tia con approc­ci diver­si e in qual­che caso inno­va­ti­vi e affron­te­ran­no, in un caso, anche la pro­ble­ma­ti­ca del­le nuo­ve dipen­den­ze lega­te a gio­co d’azzardo e uso pato­lo­gi­co di inter­net.

Per cono­scer­li uno ad uno:

  1. “Aiu­ta­re ed esse­re d’a­iu­to” – Sen­si­bi­liz­za­zio­ne e spor­tel­lo di ascol­to per nuo­ve dipen­den­ze

Oltre 22.000 euro all’As­so­cia­zio­ne Indi­pen­den­ze per un pro­get­to di soste­gno ai fami­lia­ri di per­so­ne con pro­ble­mi di dipen­den­za da sostan­ze o com­por­ta­men­ta­le, per for­ni­re alle fami­glie gli stru­men­ti uti­li a miglio­ra­re il benes­se­re psi­co­lo­gi­co e le con­di­zio­ni di vita.

  1. “Supe­ran­do” – Il tra­spor­to disa­bi­li a sup­por­to dell’integrazione

Il pro­get­to pre­sen­ta­to dal­l’As­so­cia­zio­ne Comu­ni­tà Papa Gio­van­ni XXIII con i 20.000 euro asse­gna­ti e un impe­gno diret­to pre­ve­de l’ac­qui­sto di un auto­mez­zo adat­to al tra­spor­to di per­so­ne con disa­bi­li­tà psi­co-fisi­ca.

  1. “Voglia di auto­no­mia: cre­sce­re con l’in­for­ma­ti­ca” – Acces­si­bi­li­tà all’informatica anche per i mala­ti di distro­fia musco­la­re

Tor­na tra i vin­ci­to­ri l’Associazione Unio­ne ita­lia­na lot­ta alla distro­fia musco­la­re (UILDM Vero­na Onlus) che pro­muo­ve­rà, gra­zie al con­tri­bu­to di cir­ca 7.500 euro, la cono­scen­za e l’utilizzo di ausi­li infor­ma­ti­ci e stru­men­ti mul­ti­me­dia­li con­ce­pi­ti per favo­ri­re auto­no­mia e socia­liz­za­zio­ne di per­so­ne con malat­tie neu­ro­mu­sco­la­ri in età sco­la­re e adul­ta.

  1. “Cono­sce­re per inclu­de­re” – A scuo­la per impa­ra­re l’inclusione

Tor­na anche AGbD Asso­cia­zio­ne Sin­dro­me di Down Onlus che con un sup­por­to di 4.500 euro rea­liz­ze­rà un per­cor­so di incon­tri di sen­si­bi­liz­za­zio­ne richie­sti dagli isti­tu­ti fre­quen­ta­ti dai bam­bi­ni del­l’As­so­cia­zio­ne stes­sa affet­ti da sin­dro­me di Down e fina­liz­za­ta a pro­muo­ve­re inte­gra­zio­ne sco­la­sti­ca ed una mag­gio­re con­sa­pe­vo­lez­za sul tema da par­te dei loro com­pa­gni di clas­se.

  1. “Con­tat­ti armo­ni­ci: for­me alter­na­ti­ve di incon­tro” – Vibra­zio­ni, suo­ni, can­ti dedi­ca­ti a mala­ti spe­cia­li

L’i­ni­zia­ti­va, soste­nu­ta con 6.000 euro, è dedi­ca­ta a mala­ti spe­cia­li ovve­ro pazien­ti in sta­to vege­ta­ti­vo per­ma­nen­te, ospi­ti del­la Fon­da­zio­ne casa di ripo­so Imma­co­la­ta di Lour­des, e mira a faci­li­ta­re la riat­ti­va­zio­ne del sé cor­po­reo median­te ses­sio­ni di sti­mo­la­zio­ne mul­ti­sen­so­ria­le.

  1. “Dyna­mo Camp a Vero­na” – Tor­na­no i labo­ra­to­ri a Bor­go Tren­to

Pro­se­gue anche il soste­gno in favo­re del­l’As­so­cia­zio­ne Dyna­mo Camp Onlus con una ero­ga­zio­ne di 5.000 euro che per­met­te­rà il pro­se­guo dei 4 labo­ra­to­ri di tera­pia ricrea­ti­va per sti­mo­la­re bam­bi­ni e ragaz­zi affet­ti da pato­lo­gie gra­vi e cro­ni­che rico­ve­ra­ti pres­so l’Ospedale Bor­go Tren­to di Vero­na ad ave­re fidu­cia nel­le pro­prie poten­zia­li­tà, per affron­ta­re con mag­gio­re ener­gia le cure.

  1. “Inter­ven­ti di sup­por­to ai mala­ti di SLA e loro fami­lia­ri nel­la pro­vin­cia di Vero­na” – Un case mana­ger a sup­por­to del­le fami­glie

Gra­zie ai 25.000 euro asse­gna­ti l’Associazione Scle­ro­si Late­ra­le Amio­tro­fi­ca pro­po­ne l’inserimento sul ter­ri­to­rio di un Case Mana­ger, pun­to di rife­ri­men­to per tut­te le fami­glie per que­stio­ni buro­cra­ti­che e sani­ta­rie per miglio­rar­ne l’aderenza alle cure e la qua­li­tà del­la vita, offre inol­tre ser­vi­zi di sup­por­to psi­co­lo­gi­co e di logo­pe­dia.

“Di anno in anno ci sia­mo impe­gna­ti per far cre­sce­re Fon­da­zio­ne Just Ita­lia nel meto­do e nel­la capa­ci­tà di gene­ra­re valo­re nel ter­ri­to­rio e per le per­so­ne e pro­prio sul ter­ri­to­rio abbia­mo visto sem­pre più cre­sce­re la qua­li­tà dei pro­get­ti e del­le can­di­da­tu­re del­le tan­te real­tà non pro­fit che vi ope­ra­no e che sia­mo feli­ci di poter soste­ne­re nel crea­re ser­vi­zi neces­sa­ri, rela­zio­ni positive…nel pren­der­si cura del­le per­so­ne”, que­ste le paro­le del Pre­si­den­te di Fon­da­zio­ne Just Ita­lia Mar­co Sal­va­to­ri che salu­ta così i set­te nuo­vi pro­get­ti loca­li di que­sto deci­mo anno di atti­vi­tà del­la Fon­da­zio­ne.