Congresso Just 2011: Incanto sul Danubio

Si è appe­na con­clu­so il viag­gio incen­ti­ve per la For­za Ven­di­ta
Per i miglio­ri Con­su­len­ti Just, un’e­spe­rien­za “da favo­la” a Vien­na. Per ripar­ti­re con più slan­cio che mai!

Una splen­di­da cit­tà ric­ca d’arte e di cul­tu­ra: Vien­na è la cor­ni­ce d’eccezione in cui Just Ita­lia ha invi­ta­to i suoi miglio­ri ven­di­to­ri ad un’esperienza straor­di­na­ria di diver­ti­men­to e cre­sci­ta pro­fes­sio­na­le.

Incan­to sul Danu­bio  è il nome del Con­gres­so Nazio­na­le Just 2011, che ha avu­to luo­go a Vien­na tra la fine di mag­gio e l’inizio di giu­gno e al qua­le han­no par­te­ci­pa­to oltre 1.000 inca­ri­ca­ti alla ven­di­ta. Nel­le paro­le di Danie­la Per­ni­go, Diret­to­re Mar­ke­ting di Just Ita­lia, «Incan­to sul Danu­bio  è un pre­mio spe­cia­le per l’impegno e per gli otti­mi risul­ta­ti rag­giun­ti dai nostri inca­ri­ca­ti alla ven­di­ta più for­ti: a loro abbia­mo dedi­ca­to 5 gior­ni a Vien­na, la rega­le, scin­til­lan­te patria del val­zer. Que­sta magni­fi­ca capi­ta­le — cui si è aggiun­ta un’escursione a Bra­ti­sla­va, un’altra “per­la del Danu­bio” — si è con­fer­ma­ta lo sce­na­rio per­fet­to in cui ritro­var­ci con le “pun­te di dia­man­te” del­la nostra For­za Ven­di­ta per pre­mia­re gli obiet­ti­vi rag­giun­ti, con­di­vi­de­re valo­ri ed espe­rien­ze, par­te­ci­pa­re ad inte­res­san­ti occa­sio­ni di for­ma­zio­ne e sco­pri­re in ante­pri­ma le nuo­ve ini­zia­ti­ve del mon­do Just».

È dav­ve­ro un’accoglienza “prin­ci­pe­sca” quel­la che Just ha riser­va­to ai pro­pri Con­su­len­ti, pun­teg­gia­ti da nume­ro­si momen­ti di sva­go, relax e cul­tu­ra e cul­mi­na­ti in una favo­lo­sa cena di gala. «Alle nostre Con­su­len­ti abbia­mo dedi­ca­to un’esperienza in puro sti­le “prin­ci­pes­sa Sis­si”: ogni det­ta­glio del viag­gio è sta­to pen­sa­to per dedi­ca­re a cia­scu­na di loro l’attenzione che meri­ta — spie­ga Danie­la Per­ni­go — Tut­ti i nostri inca­ri­ca­ti alla ven­di­ta sono infat­ti uni­ci e pre­zio­si, sem­pre per­so­ne e mai nume­ri, e cia­scu­no di loro è fon­da­men­ta­le per la “gran­de fami­glia Just”».