35° anniversario Just Italia

Natura, scienza, relazioni: un modello di business diventato case history

Just Ita­lia, azien­da vero­ne­se ai ver­ti­ci del­la ven­di­ta diret­ta a domi­ci­lio che distri­bui­sce in Ita­lia i cosme­ti­ci sviz­ze­ri Just, ha cele­bra­to i 35 anni di atti­vi­tà, nel­lo sto­ri­co Palaz­zo Veri­tà Poe­ta di Vero­na, alla pre­sen­za di stam­pa e auto­ri­tà.

35 anni di cre­sci­ta inin­ter­rot­ta, suf­fra­ga­ta da nume­ri impor­tan­ti, fedel­tà dei con­su­ma­to­ri, soli­da repu­ta­zio­ne basa­ta sul­la fidu­cia, dan­no vita a una bel­la sto­ria impren­di­to­ria­le ita­lia­na che vale la pena riper­cor­re­re. Ci aiu­ta, in que­sto incon­tro rav­vi­ci­na­to, il volu­me “L’ospite d’onore”, rea­liz­za­to dal gior­na­li­sta vero­ne­se Ste­fa­no Filip­pi per Cier­re Edi­zio­ni. Attra­ver­so testi­mo­nian­ze, docu­men­ti, aned­do­ti, l’autore ci pre­sen­ta un’azienda “di fami­glia” dina­mi­ca, eti­ca e visio­na­ria, che a par­ti­re dal­la scel­ta corag­gio­sa dei suoi fon­da­to­ri è riu­sci­ta nel tem­po a rap­pre­sen­ta­re un model­lo di busi­ness diven­ta­to oggi case histo­ry.


Una cre­sci­ta soli­da e costan­te

Fon­da­ta nel 1984, con sede a Grez­za­na, alle por­te di Vero­na, Just Ita­lia distri­bui­sce, esclu­si­va­men­te attra­ver­so Par­ty a domi­ci­lio, cosme­ti­ci natu­ra­li sviz­ze­ri di altis­si­ma qua­li­tà.

L’eccel­len­za dei cosme­ti­ci sviz­ze­ri, rea­liz­za­ti a par­ti­re da ingre­dien­ti natu­ra­li, ha for­ni­to il moto­re pro­pul­si­vo allo svi­lup­po di Just Ita­lia. I pro­dot­ti nasco­no nel­lo sta­bi­li­men­to di Wal­ze­n­hau­sen, nel can­to­ne sviz­ze­ro di Appen­zell, in un ter­ri­to­rio pre­ser­va­to e incon­ta­mi­na­to. Pro­prio qui, nel 1930, l’imprenditore sviz­ze­ro Ulrich Justrich ha rilan­cia­to l’at­ti­vi­tà di fami­glia rea­liz­zan­do spaz­zo­le d’al­ta qua­li­tà pro­po­ste esclu­si­va­men­te a domi­ci­lio; negli anni ’40, la svol­ta con l’i­ni­zio del­la pro­du­zio­ne di cosme­ti­ci a base di oli essen­zia­li ed estrat­ti vege­ta­li, attin­gen­do ai miglio­ri ingre­dien­ti natu­ra­li e impie­gan­do stru­men­ti scien­ti­fi­ci per rag­giun­ge­re l’eccellenza in ter­mi­ni di effi­ca­cia, sicu­rez­za, gra­de­vo­lez­za e tol­le­ra­bi­li­tà.

Nel 2016, sem­pre a Wal­ze­n­hau­sen, è sta­to aper­to il nuo­vis­si­mo impian­to che ha note­vol­men­te poten­zia­to la capa­ci­tà pro­dut­ti­va dell’Azienda. Da qui ha ori­gi­ne anche la gam­ma di 90 pro­dot­ti per il benes­se­re del­la per­so­na e del­la casa che Just Ita­lia por­ta quo­ti­dia­na­men­te a milio­ni di con­su­ma­to­ri e che oggi fan­no dell’Ita­lia il pri­mo mer­ca­to Just nel mon­do.

Infat­ti la scel­ta dei fon­da­to­ri ita­lia­ni che, sin da allo­ra, han­no scom­mes­so sul­la qua­li­tà dei pro­dot­ti elve­ti­ci e pun­ta­to esclu­si­va­men­te sul cana­le del­la ven­di­ta diret­ta, è sta­ta ampia­men­te ripa­ga­ta dal mer­ca­to: Just Ita­lia ha chiu­so il 2018 con un valo­re del­la pro­du­zio­ne di 148 milio­ni di Euro, un incre­men­to dell’1,5% sull’anno pre­ce­den­te e risul­ta­ti posi­ti­vi anche nei mer­ca­ti este­ri, aper­ti e con­trol­la­ti diret­ta­men­te dall’Italia: + 2% in Slo­ve­nia; + 15% in Croa­zia e Austria, + 25% per la gio­va­nis­si­ma Just Ibe­ria.

Alla sede di Grez­za­na (Vero­na), svi­lup­pa­ta su una super­fi­cie di 15mila metri qua­dri, fan­no capo le atti­vi­tà com­mer­cia­li, ammi­ni­stra­ti­ve, logi­sti­che e di mar­ke­ting per l’in­te­ro ter­ri­to­rio nazio­na­le e per i mer­ca­ti este­ri gesti­ti da Just Ita­lia.


FOCUS: LA CASE HISTORY JUST ITALIA

Ci sono mol­te­pli­ci fat­to­ri e alcu­ne paro­le chia­ve die­tro al suc­ces­so di que­sta Azien­da ita­lia­na, oggi con­trol­la­ta e gesti­ta dal­la secon­da gene­ra­zio­ne di impren­di­to­ri. Mar­co Sal­va­to­ri, Luca Hoel­bling, Luca Lui­si, Andrea Per­ni­go e Danie­la Per­ni­go han­no fat­to pro­pria l’intuizione impren­di­to­ria­le dei fon­da­to­ri e l’hanno imple­men­ta­ta e valo­riz­za­ta, amplian­do il mer­ca­to e intro­du­cen­do, nel tem­po, le inno­va­zio­ni tec­no­lo­gi­che, gestio­na­li, orga­niz­za­ti­ve che oggi fan­no di Just Ita­lia un’azienda di pri­mis­si­mo pia­no, con visio­ne e stra­te­gie pro­iet­ta­te al futu­ro.


“C‑commerce

Le paro­le chia­ve nel­la sto­ria di Just Ita­lia sono sem­pre sta­te rela­zio­ne, eccel­len­za, fidu­cia. Oggi se ne aggiun­go­no altre, di ugua­le impor­tan­za, lega­te all’evoluzione del mer­ca­to. Come, per esem­pio, “C‑commerce” in cui, in con­tro­ten­den­za all’imperante for­mu­la dell’“e‑commerce”, l’i­ni­zia­le C per Just Ita­lia iden­ti­fi­ca tema­ti­che come la Casa, tea­tro di una pecu­lia­re e irri­nun­cia­bi­le “shop­ping expe­rien­ce”; come i Con­su­len­ti, inca­ri­ca­ti alla ven­di­ta diret­ta a domi­ci­lio tra­mi­te Par­ty; ma anche come il Cuo­re con cui essi san­no costrui­re e man­te­ne­re soli­de rela­zio­ni basa­te sul­la fidu­cia.

A que­sto pro­po­si­to, sen­za igno­ra­re i pro­fon­di muta­men­ti del mer­ca­to e le inno­va­zio­ni che la tec­no­lo­gia met­te oggi a dispo­si­zio­ne, Just Ita­lia si defi­ni­sce un’azienda “ana­lo­gi­ca” che pun­ta sull’eccellenza dei suoi pro­dot­ti, sul livel­lo pro­fes­sio­na­le dei pro­pri inca­ri­ca­ti alle ven­di­te e su una rela­zio­ne “su misu­ra” con i Clien­ti.


Ci stan­no a cuo­re le per­so­ne

Sul­la rela­zio­ne per­so­na­le e di fidu­cia si basa il rap­por­to con milio­ni di con­su­ma­to­ri ita­lia­ni che ogni gior­no apro­no le loro case ai Par­ty Just, carat­te­riz­za­ti da un’at­mo­sfe­ra dome­sti­ca calo­ro­sa e ami­che­vo­le nei qua­li i con­su­ma­to­ri rice­vo­no infor­ma­zio­ni sui pro­dot­ti che pos­so­no vede­re, toc­ca­re, pro­va­re sen­za alcun obbli­go di acqui­sto, con­di­vi­den­do con altri par­te­ci­pan­ti espe­rien­ze ed opi­nio­ni. I  Par­ty Just  (cir­ca 625mila nel 2018) sono  coor­di­na­ti e gesti­ti da 25.000 Con­su­len­ti inca­ri­ca­ti alla ven­di­ta diret­ta a domi­ci­lio, la cui pro­fes­sio­na­li­tà e il costan­te aggior­na­men­to sono garan­ti­ti dal­la for­ma­zio­ne spe­ci­fi­ca offer­ta da Just Aca­de­my, la piat­ta­for­ma inter­na per la ven­di­ta diret­ta riser­va­ta agli inca­ri­ca­ti Just.

A que­sta atten­zio­ne alle per­so­ne in ter­mi­ni di busi­ness si aggiun­ge una  con­si­sten­te atti­vi­tà sul fron­te del­la respon­sa­bi­li­tà socia­le, in omag­gio a una visio­ne non solo impren­di­to­ria­le, ma eti­ca e socia­le dell’impresa. Que­sto ha con­sen­ti­to la crea­zio­ne, nel 2008, di Fon­da­zio­ne Just Ita­lia, Onlus che in 10 anni ha soste­nu­to gran­di pro­get­ti di ricer­ca medi­co-scien­ti­fi­ca, ini­zia­ti­ve soli­da­li a favo­re del­le don­ne, atti­vi­tà socia­li nazio­na­li e nel ter­ri­to­rio vero­ne­se per oltre 4,4 milio­ni di Euro.

Come ricor­da­no Mar­co Sal­va­to­ri e Danie­la Per­ni­go, rispet­ti­va­men­te Pre­si­den­te e Vice­pre­si­den­te del­la Fon­da­zio­ne:  “il nostro mes­sag­gio chia­ve è ci pren­dia­mo cura del­le per­so­ne, insie­me”, un impe­gno cui Fon­da­zio­ne Just non è mai venu­ta meno e che ha con­sen­ti­to — attra­ver­so il soste­gno e mol­te­pli­ci ini­zia­ti­ve — di offri­re a tan­te per­so­ne pos­si­bi­li­tà rea­li di cam­bia­men­to e miglio­ra­men­to del­la pro­pria vita”.


Fidu­cia con nome e cogno­me

Inno­va­zio­ne tec­no­lo­gi­ca e glo­ba­liz­za­zio­ne han­no muta­to le esi­gen­ze e le abi­tu­di­ni d’acquisto dei con­su­ma­to­ri (per Just, tra­di­zio­nal­men­te, la moglie/madre di fami­glia che al Par­ty prov­ve­de alle esi­gen­ze di benes­se­re anche per i pro­pri cari). Se è vero che si sono mol­ti­pli­ca­te le scel­te di acqui­sto mul­ti­ca­na­le e in par­ti­co­la­re cre­sce il cana­le digi­ta­le, è altret­tan­to vero che cre­sce anche il cana­le del­le ven­di­te diret­te: un trend che si capi­sce con­si­de­ran­do la pro­pen­sio­ne a dedi­car­si mag­gio­re atten­zio­ne acqui­stan­do cosme­ti­ci di buo­na qua­li­tà anche se più costo­si, oppu­re sul desi­de­rio di tro­va­re dei con­te­sti di ven­di­ta in cui, vici­no alla qua­li­tà e all’accoglienza, si pos­sa fare un’esperienza ric­ca di indi­ca­zio­ni e di cono­scen­ze; o anco­ra sul­la pos­si­bi­li­tà di tro­va­re dei pro­dot­ti “per­so­na­liz­za­ti”, pur sapen­do che tut­to ciò può signi­fi­ca­re mag­gio­ri costi di acqui­sto.
Que­sta ten­den­za che emer­ge chia­ra­men­te nel mer­ca­to del benes­se­re dimo­stra che, se l’innovazione tec­no­lo­gi­ca ha muta­to le abi­tu­di­ni d’acquisto dei con­su­ma­to­ri (spe­cial­men­te i gio­va­ni, abi­tua­ti a espe­rien­ze carat­te­riz­za­te da como­di­tà e rapi­di­tà), una moda­li­tà di ven­di­ta basa­ta su qua­li­tà dei pro­dot­ti, ser­vi­zio per­so­na­liz­za­to, rela­zio­ne di fidu­cia e con­di­vi­sio­ne di espe­rien­ze – come il Par­ty Just – può  con­qui­sta­re ampie fasce di con­su­ma­to­ri.
Le pecu­lia­ri­tà esclu­si­ve del­la ven­di­ta a domi­ci­lio, che han­no con­sen­ti­to a Just Ita­lia di auto­de­fi­nir­si, orgo­glio­sa­men­te, “un’azienda ana­lo­gi­ca, pro­iet­ta­ta ver­so il futu­ro” con­ti­nua­no a dimo­strar­si, di fat­to, tut­to­ra pie­na­men­te rispon­den­ti  alle esi­gen­ze dei  con­su­ma­to­ri.