27/04/2017

Fiducia dei consumatori è stabile, va sostenuta con investimenti e abbassamento della pressione fiscale

«La domanda interna, che vale l’80% del PIL, ha bisogno di essere rilanciata. Oggi più che mai, dato che la fiducia dei consumatori, secondo le ultime rilevazioni dell’Istat, risulta stabile (indice che passa da 107,6 a 107,5 nell’ultimo mese), mentre quella delle imprese è addirittura in rialzo. Sono segnali di ripresa sui quali è fondamentale lavorare: quello della fiducia è un indicatore importantissimo, come dimostrano le performance positive delle imprese della vendita diretta (cresciute del 2,6% nel 2016), che proprio sulla fiducia dei consumatori, guadagnata sul campo giorno dopo giorno, costruiscono il proprio successo. Bene ha fatto la maggioranza a dare il via libera al DEF raccomandando la sterilizzazione delle clausole che prevedono l'aumento dell'Iva e delle accise sui carburanti nel 2018. La strada degli investimenti e dell’abbassamento della pressione fiscale è l’unica che può portare a un aumento dei consumi».

Torna all'elenco dei comunicati