ll contest rivolto agli studenti degli istituti d'arte di Milano
Sono stati proclamati i 17 vincitori di “Folletto Art Lab – Tu a cosa aspiri?”, concorso indetto da

Vorwerk Folletto, azienda nota per il famoso sistema di pulizia per la casa, che premia le opere di
giovani artisti che con la loro arte hanno saputo reinterpretare storia, filosofia e principi fondanti
dell’azienda.
Le categorie coinvolte sono 5: pittura, grafica, fotografia, scultura e urban art.
Dopo attenta valutazione, la giuria ha assegnato il primo premio assoluto a
Olivia Gozzano (nella foto) con l’opera “L’aspirapolvere on air”, mentre i premiati per ciascuna
categoria
sono stati:

Sezione fotografia
Primo classificato - Gabriella Corrado con “Home”

Sezione grafica
Primo classificato - Ezio Roncelli con “1883-2016”

Sezione pittura
Primo classificato - Andrea Marrapodi con “Aspirazioni individuali”

Sezione scultura
Primo classificato - Massimiliano Giudici con “Si accomodi 7 su 7”

Sezione urban art
Primo classificato - Davide Spazzadeschi con “Letters & Shapes”

A questi si aggiunge un’ulteriore vincitrice selezionata dal web: Teresa Basili con l’opera Kobold.

Le 25 opere più rappresentative, incluse le migliori nelle categorie di appartenenza, saranno esposte
in una mostra collettiva presso la Fondazione Catella a Milano che rimarrà aperta al pubblico per
due settimane (dal 16 al 30 settembre dalle ore 10.00 alle 18.00). Inoltre, una volta terminata la mostra,
entreranno a far parte permanentemente della storia di Vorwerk Folletto in una esposizione d’arte
presso la sede milanese dell’azienda.

Luca Corsi, Responsabile Comunicazione & Eventi di Vorwerk Folletto commentaVorwerk
Folletto 
è soprattutto un gruppo di persone che crede in valori fondamentali come correttezza,
trasparenza,
spirito di squadra, ecologia e valorizzazione delle risorse umane. Per questo investiamo
da sempre nel
benessere e nel futuro delle persone, impegnandoci anche nel sociale e nell’ambiente”.

Partita il 21 aprile e conclusasi il 30 giugno scorso, l’iniziativa era rivolta agli studenti regolarmente iscritti presso uno dei seguenti istituti:  Accademia di Brera, IED Istituto Europeo di Design Milano, NABA Nuova Accademia di Belle Arti, e a una selezione di urban artists.