Grande successo per l'iniziativa benefica 2011 sostenuta da Just Italia attraverso la propria Fondazione onlus

L’impegno sociale di Just Italia è una scelta di responsabilità: lo dimostra in particolare l’attività di Fondazione Just Italia, nata senza fini di lucro nel 2008 su iniziativa del Consiglio Direttivo dell’Azienda che, attraverso di essa, vuole esprimere la volontà concreta di agire per un mondo migliore. Una volontà che ogni anno si traduce nell’adesione a diversi progetti di solidarietà: nel 2011 Just Italia ha scelto di sostenere, attraverso Fondazione Just Italia, un innovativo studio clinico del Centro di Ricerca Tettamanti di Monza sulla Leucemia Linfoblastica Acuta infantile.

«I nostri 16.500 incaricati alla vendita diretta si sono impegnati a rendere possibile, attraverso la Vendita Speciale del miniset benefico “Libera Le Ali” attiva da marzo a maggio 2011, una strategia di cura all’avanguardia mondiale in ambito pediatrico. Il loro lavoro è stato premiato da un successo che ha davvero superato ogni aspettativa», spiega Marco Salvatori, Presidente di Fondazione Just Italia e Vicepresidente e Direttore Generale di Just Italia. «Il pubblico infatti ha risposto con eccezionale entusiasmo, al punto che i miniset sono stati venduti in tempi da primato e il finanziamento di 200 mila euro inizialmente previsto è stato ampiamente oltrepassato».

Un importo record di ben 285 mila euro: ecco l’ottima risposta all’iniziativa intrapresa da Just Italia attraverso la propria Fondazione. Nelle parole di Marco Salvatori, «l’impegno sociale è un aspetto fondamentale dell’attività quotidiana e soprattutto dell’identità aziendale di Just Italia. Ed è quello che, con nostra grande soddisfazione, un foltissimo pubblico ha dimostrato una volta di più di percepire, apprezzare e condividere».