Quasi 3 italiani su 10 amano fare la spesa a casa: la vendita diretta piace, sopratutto ai giovani
I risultati dell’indagine commissionata da UNIVENDITA e presentata martedì 18 ottobre a Milano parlano di un mondo molto conosciuto dagli italiani: il 96,7% degli intervistati, infatti, ha risposto di conoscere la vendita diretta a domicilio. Il 64,6% ha avuto contatti almeno una volta con gli incaricati delle aziende che utilizzano il canale della vendita diretta, mentre il 24,7% ha comperato almeno una volta da un incaricato alla vendita.
Sono dati che fanno capire quanto le aziende della vendita diretta siano presenti nella quotidianità dei consumatori italiani. Il sondaggio ha illustrato chiaramente perché, da oltre sette anni, la vendita diretta a domicilio è l’unico sistema economico del Paese che cresce senza rallentamenti.
Analizzando i dati, si è dichiarato «soddisfatto dell’acquisto» il 91% di chi ha acquistato prodotti dal canale della vendita diretta, mentre l’84% di quanti hanno acquistato dal canale della vendita diretta lo consiglierebbe ai propri amici e parenti. Il 74% delle persone che hanno acquistato dalle aziende della vendita diretta sono donne, mentre è interessante l’età di chi utilizza questo canale di distribuzione: oltre il 60% ha un’età compresa tra i 18 e i 44 anni.
Questi dati fanno capire che nonostante la vendita diretta a domicilio sia il canale di distribuzione più antico del mondo, è ancora molto attuale e, soprattutto, che trova gradimento nelle generazioni giovani.
L’indagine ha illustrato anche la “territorialità” degli italiani che utilizzano la vendita diretta a domicilio per i propri acquisti: il 48,2% abita nel Nord Ovest del Paese; il 16,2% nel Nord Est, il 10,9% al Centro, il 14,2% al Sud e il 10,5% nelle Isole. I prodotti che più attraggono l’interesse dei clienti della vendita diretta sono gli elettrodomestici (24,3%), i gelati o surgelati (14,6%), i cosmetici (13,8%), la biancheria per la casa (8,5%), i contenitori per alimenti (6,9%), gli integratori alimentari (4,1%), i viaggi e le vacanze (3,64%), le batterie da cucina (2,4%).
E’ interessante il paragone di questi dati con l’andamento dell’e-commerce (tratto dal report Consumer Behaviour 2011). Ne risulta che molti dei punti di forza della vendita diretta sono quelli indicati come importanti dai clienti del commercio elettronico. Le principali barriere al non-acquisto nell’e-commerce risultano essere: il bisogno di verificare la qualità del prodotto (78%); la necessita di un rapporto diretto con il venditore per farsi aiutare nella scelta di acquisto (69%); il poter contattare il venditore in caso di problemi (69%). Questi tre aspetti sono proprio i punti di forza essenziali della vendita diretta a domicilio, che permettono a questo particolare canale di distribuzione di competere con efficacia sul mercato globalizzato.