Un importo record per la ricerca di Fondazione TERA
 
 Oggi, l’impegno dell’intero mondo Just permette a Fondazione Just Italia
di sostenere con un importo record la ricerca di Fondazione TERA:
dal CERN di Ginevra, una nuova speranza contro i tumori

 
A maggio 2014, il futuro di tantissimi malati di tumore si rischiara, si amplia e anzi… diventa “senza confini”! L’iniziativa di solidarietà 2014 di Fondazione Just Italia “Futuro senza confini” si conclude con un grandissimo successo, che permetterà a Fondazione di devolvere una cifra record alla ricerca oncologica condotta da Fondazione TERA.

Grazie alla vendita di uno speciale miniset benefico firmato Just, il finanziamento devoluto da Fondazione Just Italia coprirà i costi della fase centrale di un importante progetto in grado di offrire speranze e futuro a molti malati, specialmente ai più piccini. Un futuro che tante famiglie affidano alla ricerca scientifica, perché proprio dalla ricerca possono arrivare le innovazioni più efficaci nella lotta contro il cancro: come, per esempio, gli acceleratori lineari per la cura dei tumori con particelle pesanti (adroni, da cui “adroterapia”) messi a punto da Fondazione TERA con partner di prestigio internazionale presso i laboratori del CERN di Ginevra.

Marco Salvatori, Presidente di Fondazione Just Italia, commenta con soddisfazione l’esito dell’iniziativa, giunta a una splendida conclusione grazie all’impegno dell’intero mondo Just: «“Futuro senza confini” si chiude con un successo tanto più prezioso perché deriva dalla risposta entusiasta non solo dei Clienti, che per ben 200.000 volte hanno scelto di acquistare il miniset, ma prima ancora degli incaricati alla vendita Just: grazie al loro ruolo di “ambasciatori di solidarietà” in migliaia di case italiane, oggi la ricerca contro il cancro può fare un altro importantissimo passo verso un futuro libero dalla malattia».