Le vendite crescono del 2,8% e l'occupazione è stabile

 Il primo trimestre 2016 delle imprese associate Univendita si è chiuso con un fatturato di 407 milioni e 670mila euro, con un incremento del 2,8% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente.L’eccellenza della vendita diretta a domicilio cresce ancora, dopo aver archiviato il 2015 con un +7,5%: grazie alla fiducia dei consumatori questa formula distributiva continua a riscontrare un grande successo.

 Nel dettaglio, il comparto più dinamico è stato “alimentari e beni di consumo casa” con un incremento del 5,0%, seguito dai “beni durevoli casa” (+2,3%) che, con il 60% di quota di mercato, rimane il comparto più importante della vendita diretta a domicilio. Segno positivo anche per “cosmesi e accessori moda” (+0,9%) e per “altri beni e servizi” che registrano un incremento del 9,0%.

 Sul fronte occupazionale, i venditori a domicilio sono stabili rispetto allo stesso periodo del 2014 a quota 140.700, con una componente femminile pari al 93,2% dato che fa da traino all’occupazione nel mondo femminile in cui la flessibilità è ritenuta un fattore positivo.

 La vendita a domicilio conferma il suo ruolo di traino nel settore del commercio. Secondo i dati Istat, nel primo trimestre del 2016 il valore delle vendite del commercio fisso al dettaglio ha registrato un incremento dell’1,3% rispetto allo stesso periodo del 2015. Le vendite della grande distribuzione sono aumentate del 2,3%, e quelle dei piccoli esercizi commerciali dello 0,4%.

 Tuttavia nel mese di marzo si registrano segnali preoccupanti per l’economia: dopo il calo dell’industria (-1,6% sul mese precedente) anche il commercio segna una battuta d’arresto con le vendite al dettaglio in calo dello 0,6% rispetto a febbraio.

In questo scenario, la vendita a domicilio si muove ancora in positivo: risultato che va attribuito alla particolare formula distributiva che ha nel contatto diretto con il consumatore e nella professionalità dei venditori, in grado di interpretare al meglio le esigenze dei clienti, le sue armi vincenti.